Come correggere quelle frasi che non diresti mai a tuo figlio

Ti è mai capitato di urlare una cosa a tuo figlio che poi, ripensandoci, ti dici: “Ma come cavolo mi è venuto in mente di dire così? Di esprimermi così? Mi sembra di essere mia madre/mio padre!”.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


In un precedente articolo ho voluto parlare delle urla, del perché urliamo ai nostri figli e cosa succede nel cervello che fa scattare questo TILT. Abbiamo accennato a quelle frasi che escono inconsciamente e inevitabilmente e che sappiamo che non ci appartengono.

In questo articolo ti voglio suggerire tre semplici passi… tratti dal metodo Figli Felici® che ho assemblato leggendo e imparando dai migliori, ti rimando qui ai tre video gratuiti per iniziare a conoscerlo.

Prenditi una settimana di osservazione. Quando ti arrabbi e urli quelle frasi che non ti appartengono: a) prenditi del tempo per annotarle, b) diventa cosciente che NON sono tue e c) immagina di sentirle diverse. Esatto. Come se fossero dette con un accento regionale o nazionale diverso (da un siciliano, da un piemontese, da un tedesco…), oppure sentile dette più lentamente, o in farsetto, o balbettanto. Insomma devi storpiare il modo in cui emergEVANO automaticamente e renderle estranee alla tua mente inconscia.

Scrivi delle frasi alternative. Sappi che urlerai ancora, che il tuo cervello andrà ancora in tilt, per i meccanismi che hai letto qui, vedi almeno di urlare frasi UTILI. Esatto. Non sarebbe una bella cosa poter urlare ma frasi utili e propositive? Ecco qui un paio di esempi: anziché dire “Basta! Sei una bambina cattiva”, che – detto tra noi è super sbagliato da dire – potresti dire: “Accidenti! Adesso ci calmiamo”. Eheh, anche se detta con tono forte e duro, la frase di per sé è propositiva. Almeno abbiamo a) evitato un contenuto dannoso e b) proposto un contenuto utile.

Infine, allenati a simulare nella mente situazioni in cui dici quelle frasi che ti sei scritta/o sul foglio e che sono alternative utili da dire. Per ogni cambiamento ci vuole allenamento e io propongo sempre di accorciare la curva di apprendimento VISUALIZZANDO le soluzioni. È così che la tua mente inconscia imparerà a dire queste frasi piuttosto che le altre.

Non preoccuparti se ci metterai un po’

…a entrare nell’ottica di osservazione e cambiamento. Sappi che questo è il miglior modo che la mente può adottare per cambiare nel profondo. No, certo, non perché lo dico io. Perché è la mente stessa che impara così, cambia nel profondo perché le motivazioni sono forti e i vantaggi del nuovo sono maggiori rispetto al vecchio. Immagino che le tue motivazioni siano forti e che tu sia consapevole dei vantaggi di frasi propositive, o almeno neutre. La ripetizione mentale farà il resto .

E se volessi lavorare sulla frequenza di questi tuoi sbotti?

Se volessi diminuire radicalmente la frequenza di questi tuoi sbotti e imparare come fare, eccoti qui un articolo che ti suggerisce qualche cambiamento mentale molto pratico per “vederla” in modo diverso e percepire quei loro capricci o grida assordanti in modo più… produttivo, per quanto possibile.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO DI DEBORA CONTI, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Debora Conti, autore dell'articolo: Come correggere quelle frasi che non diresti mai a tuo figlio
Come correggere quelle frasi che non diresti mai a tuo figlio – Diventa Genitore Leader e Coach – Figli Felici
Un articolo di Debora Conti, mamma, Trainer di PNL da più di 10 anni e l’unica operatrice certificata in Europa per lo Yale Parenting Method presso Yale University, ideatrice del metodo Figli Felici. Nel 2013 ha ideato il metodo Figli Felici ed è autore del libro “Il Linguaggio Emotivo dei Bambini” con Sperling & Kupfer.

3 video gratis per crescere i figli in un ambiente sereno… per tutti!

Il primo video ti parlerà di come “complimentarsi”, cioè l’elogiare o praise in inglese. Il secondo video introdurrà la tecnica dell’ignorare. Nel terzo video capiremo come sono neurologicamente così diversi rispetto a noi.

Il segreto in ogni novità da presentargli è essere fiduciosi: un sorriso dolce, un tono di voce pacato, del tempo per capire, sbagliare e adattarsi. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Il segreto in ogni novità da presentargli è essere fiduciosi: un sorriso dolce, un tono di voce pacato, del tempo per capire, sbagliare e adattarsi. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Il segreto in ogni novità da presentargli è essere fiduciosi: un sorriso dolce, un tono di voce pacato, del tempo per capire, sbagliare e adattarsi. Debora Conti - Speling & Kupfer - Metodo Figli Felici - Kazdin Parenting Method  - PNL - Programmazione Neurolingiostica - Yale Parenting Center

Potrebbe piacerti anche…

Perché mio figlio non ascolta quando parlo? 9 ragioni valide
72.318
Quante volte te lo sei chiesto: "Perché mio figlio non mi ascolta?" Ecco 9 ragioni valide per cui non lo fa. I nostri figli sono fantastici: hanno la piena capacità di isolarsi e di "abbassare" il volume degli altri che parlano... Sono particolari e...
Video per far collaborare i nostri figli
25.357
E' il problema di tutti noi genitori. tutti noi adulti vorremmo dei bambini che - semplicemente - collaborano! Immagina un bambino che a) ascolta, b) obbidisce, c) collabora... Meraviglioso non è vero? Scordiamocelo. non sarà mai sempre così....
Cos’è la “disciplina positiva” per crescere i nostri figli?
26.684
La disciplina positiva è quel modo individuato per insegnare (disciplina deriva dal latino insegnare) che guida i figli con rispetto verso una crescita consapevole. Potremmo paragonare la "positive discipline" all'aiutare i figli a dispiegare al...
4 atteggiamenti educativi da evitare e i loro antidoti
22.119
Nella Positive Discipline, i vari atteggiamenti educativi del genitore si mantiengono in (quasi) perfetto equilibro tra dolcezza e fermezza, indissolubilmente intrecciate insieme, con semplicità e replicabilità degli sttrumenti educativi, in un...
Quali sono gli obiettivi di un genitore
4.967
Quali sono gli obiettivi di un genitore? Cosa vogliamo per i nostri figli? Ecco la domanda da un milione di dollari! Gli obiettivi di un genitore devono essere meravigliosi, alti, motivanti… I miei per le mie figlie sono di vederle crescere...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *