Le domande per migliorare e crescere

Una volta un trainer me la spiegò così: domande di qualità, vita di qualità. Domande mediocri, vita mediocre. Parliamo di domande per migliorare la vita e da farsi sia davanti ai problemi sia quando tutto fila liscio.

TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!

Le domande esplorative

Per intraprendere nuove avventure, iniziare nuovi progetti e raggiungere nuovi obiettivi è necessario farsi una mappa precisa

  • di cosa sarà,
  • di cosa potrebbe essere,
  • di cosa rischia di andar male,
  • di come correggere,
  • di come rialzarsi.

Per questo le domande esplorative che insegno ai corsi dal vivo di Indipendenza Emotiva sono molto semplici:

  • COSA VOGLIO FARE PER…?
  • COSA POSSO FARE PER…?
  • COME VOGLIO FARE PER…?
  • COME POSSO FARE PER…?
  • QUANDO POSSO/VOGLIO FARE…?

Per approfondire i concetti di fattibilità e di possibilità ho scritto un altro articolo. Ora riprendiamo sulle domande per migliorare e vediamo un esempio concreto.

Diciamo che voglio impegnarmi a chiamare tale persona una volta a settimana e voglio vivere la telefonata in modo positivo. Quali sono le domande esplorative che mi aiuterebbero a crearmi una mappa chiara del mio buon proposito?

Vediamo:

  • Nei prossimi giorni, quando posso chiamare quella persona?
  • Quando sarà meglio per me chiamarla?
  • Quando sarò emotivamente rilassata/o e serena/o per farlo?
  • Come voglio sentirmi quando compongo il numero?
  • Cosa voglio dirmi mentre mi preparo a parlare al telefono?
  • Come voglio sentirmi dentro mentre la conversazione inizia ai primi saluti?
  • Come voglio iniziare la conversazione? Cosa voglio chiedere?
  • Come posso evitare certe sue domande?
  • Cosa posso rispondere per evitare di entrare in conflitto?
  • Cosa voglio dire che aiuti la conversazione a restare neutra e tranquilla?
  • Quanto voglio che duri la conversazione telefonica?
  • Come voglio concludere la conversazione?
  • Come voglio sentirmi dopo aver chiamato quella persona?

Ecco, diciamo che queste sono alcune delle domande che una persona potrebbe farsi per prepararsi a rispettare un suo buon proposito. Dalla piccola alla grande cosa, è bene farsi domande per migliorare e migliorarci.

La domanda TEST

Dopo aver riempito la mappa esplorativa con una ventina di domande, posso procedere a fare il test emotivo e di fattibilità? Userò quindi un modo verbale al condizionale e mi chiederò cose come:

  • Come mi sentirei se vivessi la prossima telefonata con quella persona in quel modo?
  • Cosa sarebbe successo la scorsa volta se mi fossi preparato/a in questo modo?
  • Cosa avrei potuto eventualmente aggiungere? Correggere? Migliorare ancora?

Bene, le domande TEST servono proprio per capire se la pianificazione “su carta” regge emotivamente e se è fattibile.

Le domande di RINFORZO emotivo

A questo punto, proprio come dico nell’articolo sui vantaggi immediati per cambiare vita, è necessario trasferire il lavoro a un livello più profondo, inconscio, a livello nervoso.

Per fare questo evoco emozioni utili sempre e comunque: l’orgoglio, la soddisfazione, il senso di libertà, liberazione… E quindi mi chiederò qualcosa come:

Come mi sentirò QUANDO avrò vissuto una telefonata così?
Quanta leggerezza, soddisfazione e orgoglio per me stessa/o proverò?
Quanto sarà contenta/o?

Queste domande sembrano pleonastiche e scontate: non lo sono. Rendere evidente la risposta emotiva e SENTIRLA PRIMA mentre pianifico (mentre visualizzo) è il segreto per vivere oggi i sentimenti di domani e motivarsi a cambiare.


TI È PIACIUTO QUESTO ARTICOLO, CONDIVIDILO CON I TUOI AMICI!


3 VIDEO GRATIS PER TE

Gestisci le tue emozioni, le tue abitudini e impara tanti strumenti per raggiungere i tuoi obiettivi con coerenza emotiva.



Manuale di indipedenza emotiva, un liro di Debora Conti

Potrebbe piacerti anche…

7 perché si ricomincia a fumare
33.168
Sembra sempre il solito disco che gira... Il mio lavoro è proporre cambiamenti partendo da se stessi e dalla propria mente. Il rischio più grande quando si lavora con se stessi è quello di "fallire" (per alcuni anche solo una volta) e di ritrovarsi punto a capo! Per esperienza, vedo che la d...
Robert Cialdini e le scorciatoie inconsce
28.025
Robert Cialdini ci presenta da decenni le 6 scorciatoie inconsce che la nostra mente adotta per prendere delle decisioni, apparentemente ragionate, nella vita di tutti i giorni. Nel video blog precedente a questo, Robert Cialdini e le scorciatoie mentali, ti ho parlato in dettaglio delle prim...
Il concetto di esposizione per la crescita personale
26.931
In psicologia si usa il concetto di "ESPOSIZIONE" per diminuire l'ansia dei pazienti. Riprendo questo concetto combinato con i Livelli Logici di Robert Dilts a vantaggio della tua crescita personale. "ESPOSIZIONE" TRA PSICOLOGIA E PNL. Parliamo della tua crescita personale, un cambiamento o ...
Come eliminare un’abitudine inconscia
19.684
Chiamalo vizio, brutta abitudine, automatismo... Si tratta sempre di quel meccanismo incontrollato e che viaggia su un binario diverso da quello della nostra forza di volontà e che chiamiamo abitudine inconscia. Sull'onda del bel video su TED del professor Judson Brewer, in questo articolo ti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *