7 PERCHÉ si RICOMINCIA a FUMARE

7 PERCHÉ si RICOMINCIA a FUMARE


Sembra sempre il solito disco che gira... Il mio lavoro è proporre cambiamenti partendo da se stessi e dalla propria mente. Il rischio più grande quando si lavora con se stessi è quello di "fallire" (per alcuni anche solo una volta) e di ritrovarsi punto a capo!



7 PERCHÉ si RICOMINCIA a FUMARE

Per esperienza, vedo che la difficoltà maggiore NON è quella di applicare un metodo SMETTERE DI FUMARE CON LA PNL, ma quella di continuare a seguirlo anche dopo la "novità" iniziale.

Ecco 7 motivi per i quali si abbandona tutto e si ricomincia:


  1. PERCHÉ LA ROUTINE CI RISUCCHIA
    E' facile con bimbi, lavoro, spesa, scadenze, e mille altre incombenze... Ma la domanda sorge spontanea: se tutti abbiamo sempre mille impegni, perché alcuni ce la fanno e altri no? Questa potrebbe essere la spinta per guardare dalla parte di chi riesce, per una volta 🙂

  2. PERCHÉ L'ATTENZIONE CALA
    Legato al primo motivo oppure perché semplicemente non si dedica più sufficiente tempo al "lavoro" mentale come nei primi giorni

  3. PERCHÉ LA NOIA PRENDE IL SOPRAVVENTO SULLA NOVITÀ
    Quello che sia (visualizzazione, farsi domande utili, lavorare sui propri obiettivi o sulla linea del tempo del futuro) se non si varia, sembra sempre la stessa cosa. A un certo punto sembra diventi meno efficace e annoia. E lì l'errore di smettere...

  4. PERCHÉ NON SI VEDONO I "RISULTATI"
    Spesso in questo caso sono i risultati ad essere sproporzionati al tempo impiegato e agli sforzi adottati. Insomma, moltissimi di noi, soprattutto in ciò che non conosciamo, ci aspettiamo risultati irreali in tempi inesistenti!
  5. PERCHÉ RIMANDIAMO TROPPO IL GODIMENTO DEI VANTAGGI
    Aspettiamo di non aver fumato per una settimana o un mese, oppure di vedere i primi chili persi. TROPPO TARDI. Invece, per la mente inconscia è più significativo concentrarsi sui risultati immediati. Ad esempio, l'alito che sa di dentifricio, il respiro che si fa più lento e profondo, la salivazione che ritorna per chi smette di fumare; avanzare nel piatto, farsi una camminata un po' più lunga e vedere che le gambe reggono, mangiare lentamente per chi vuole perdere peso.

  6. PERCHÉ SI TRASCURANO LE EMOZIONI DI SODDISFAZIONE E DI ORGOGLIO
    Sono due sentimenti molto importanti e se non li rendiamo consci e li facciamo scorrere nel sistema nervoso, lui si chiederà "Ma per quale motivo faccio tutto questo?"

  7. PERCHÉ SI CEDE A QUELLA VOCINA INTERIORE
    che vuole difenderci... in fondo in fondo. A quella vocina, insisterò in un altro post, bisogna rispondere a tono, con la regola del "Più uno".

Riferendosi ai bisogni di Maslow, la mente ha bisogno di soddisfare il proprio bisogno di varietà, insieme a quello di crescita. E' fondamentale parlare lo stesso linguaggio della mente inconscia. Per approfondimenti in merito, puoi leggere il mio libro Ascolta i Grilli e scendi dall'Ottovolante.


Commenti

  1. Grazie per quest’articolo, io ho smesso anni fa con il tuo video e ero molto motivata. Devo proprio dire che chi non vuole smettere è perché non ha ancora incontrato svantaggi superiori ai “vantaggi” e non sa come godere di altro. Sembra drastico ma è così alla fine, ci si deve liberare e poi si capisce quanto assurdo fosse prima. Grazie ancora. sono un paio d’anni che grazie a te mi faccio una settimana alle terme con i soldi risparmiati dal fumo. Ti devo qualche bella vacanzina 🙂

    1. Wow Barbarella, allora mi inviti alle terme? eheh… Scherzo.
      Mi fa molto piacere leggere della tua scelta e cambiamento, non solo, della tua forza e consapevolezza.
      Bellissima la rivisitazione dell’utilizzo dei soldi!
      Un abbraccio,
      Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *