Analizzare un Problema e trovare Soluzioni con i 6 Cappelli per Pensare con Debora Conti

Analizzare un Problema e trovare Soluzioni con i 6 Cappelli per Pensare

Cos’è l’esercizio dei 6 cappelli di Edward De Bono? È un modo per osservare la realtà senza aver paura del giudizio altrui. È un esercizio da svolgere in team ed è fenomenale perché porta a scoprire lati positivi di posizioni apparentemente ostiche o lati vuoti o irrealistici di posizioni apparentemente positive. Come esercizio è utile da svolgere anche in solitario di fronte a scelte importanti.


De Bono propone di analizzare una situazione, un problema, una svolta da interpretare indossando (virtualmente) 6 cappelli di colore diverso che rappresentano atteggiamenti diversi: bianco, rosso, nero, giallo, verde, blu. Vediamoli insieme.

Ogni cappello si indossa singolarmente e aiuta a pensare a un aspetto alla volta e in modo costruttivo e produttivo. Il giro rispetta l’ordine dei cappelli e inizia con il bianco:

  • il cappello bianco serve per esaminare in modo oggettivo i fatti, per pensare in modo neutro, imparziale e oggettivo. Non è per nulla facile astenersi e richiede grande capacità di controllo e astensione dal giudizio.

  • il rosso tiene conto di emozioni e sensazioni. Qui si è autorizzati a esprimere sentimenti, opinioni, sensazioni, positive o negative.

  • il nero è il pensiero della negatività. Critica negativamente le situazioni, evidenzia difetti, non dà spazio alla creatività e produttività; malgrado ciò, la sua funzione è importante quanto quella degli altri cappelli. Infatti, il suo ruolo (quello del cappello nero) è quello di evidenziare limiti ed errori, sollevare dubbi e verificare dati.

  • il giallo è il cappello della positività e dell’ottimismo che viene proprio a seguito del nero non per caso. Sempre più difficile: è il pensiero costruttivo che cerca aspetti e cambiamenti positivi, speranze future anche quando e dove non sono subito evidenti. I vantaggi e gli aspetti positivi non vanno solo cercati ma anche motivati, in questo caso. Deve esserci una logica a sostegno del pensiero ottimista, che convalidi proposte e idee concrete.

  • il verde stimola la creatività. Il pensatore che indossa il cappello verde lascia spazio alla creatività, abbandona vecchie idee per proiettarsi nel nuovo, cercando possibili alternative e idee migliori che vadano anche fuori dai soliti schemi. È un pensiero creativo che porta verso la produzione di idee e la ricerca di alternative.

  • e il blu... il blu serve per controllare e organizzare il pensiero. Con il cappello blu si definisce l’obiettivo e ci si assicura di non allontanarsi da esso; si verifica che venga seguita la corretta sequenza dei procedimenti che abbiamo elaborato, dei procedimenti e il rispetto delle regole. Il pensatore col cappello blu, a qual punto traiamo le conclusioni finali relativamente a ciò di cui si è discusso in ogni posizione con tutti gli altri cappelli.

Da provare no?

Trovi questo libro riassunto in disiato.com





In coaching con Debora, autrice, formatrice, Trainer di PNL e Coach dal 2006 in Italia.

In coaching con Debora »Il Percorso individuale di Business Coaching, include 5 ore (suddivisibili), scambio email illimitato, compiti mentali da eseguire, la Formazione Online “Strumenti di Coaching” per il manager che vuole relazionarsi meglio con collaboratori e team o per il coach che vuole supporto nel far “volare” il proprio stile di coaching. Debora Conti è autrice, formatrice, Trainer di PNL a livello internazionale e Coach professionista. È dottoressa in lingue e in psicologia e ha conseguito diversi master. Ha scritto vari libri di crescita personale tra cui alcuni best seller. Ha ideato specifici metodi di auto-aiuto e ama divulgare in modo semplice e pratico solo ciò che trova utile.





Blog di Strumenti di Coaching





Corso Online

Il fitness mentale di Brian Tracy

Corso di PNL applicato al COACHING


Per i coach che vogliono affinare la propria tecnica di coaching. Ottieni Script già pronti di esercizi di PNL e un modello universale per i tuoi incontri di coaching con l’OMI Model. Coach o manager coach? Alle prime esperienze o in progress? Se vuoi sostenere clienti o colleghi con professionalità e metodo, questa è la TUA formazione! + Super Bonus Usa le visualizzazioni per agevolare il cambiamento: in coaching o a livello conversazionale. Ottieni Script di visualizzazioni già pronti e tutti i segreti per usare un linguaggio ipnotico che guida con sapiente leggerezza.


PROGRAMMA DEL CORSO    AGGIUNGI AL CARRELLO





Libri consigliati

Ingoia il rospo, Brian Tracy Ingoia il rospo di Brian Tracy

"Ingoia il rospo" è uno dei manuali sulla gestione del tempo più venduti al mondo. Le strategie più potenti mai scoperte sulla gestione del tempo, distillate dalla ricerca di Brian Tracy e dal suo lavoro con le... Prosegui qui con Strumenti di Coaching



In incognito, David Eagleman In incognito di David Eagleman

In questo libro frizzante e provocatorio, il famoso neuroscienziato David Eagleman naviga nelle profondità del cervello subconscio. Raccogliendo danni cerebrali, avvistamenti aerei, appuntamenti, droghe, bellezza,... Prosegui qui con Strumenti di Coaching



Il coaching è una sana abitudine, Michael Bungay Stainer Il coaching è una sana abitudine di Michael Bungay Stainer

Il coaching è una sana abitudine. Mettendo a frutto anni di esperienza nella formazione di oltre 10.000 manager, Michael Bungay Stanier svela in questo libro come sbloccare il potenziale di chi lavora per te. Illustra... Prosegui qui con Strumenti di Coaching







Più visti ieri sul blog di strumenti di Coaching

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *