Ma chi sono i MAGRI NATURALMENTE?


Chi sono questi Magri Naturalmente e perché è così importante coltivare questa idea d'identità prima dentro e poi fuori per dimagrire facilmente?



Ma chi sono i MAGRI NATURALMENTE?

Un lavoro a livello di identità e che considera convinzioni e emozioni è una premessa fondamentale per un percorso di dimagrimento di successo. Ecco qui un estratto dal mio ebook "Dimagrisci senza dieta".

"Per magri naturalmente intendo persone che restano magre senza seguire regimi alimentari dettati da altri ma ascoltando il proprio stomaco, la reale sensazione di fame e il senso di sazietà. Persone che fanno movimento per motivi come il piacere, il divertimento, il benessere e pensano al cibo solo quando hanno fame e non in altre occasioni."

Ma chi sono questi Magri Naturalmente?


"Sono persone normali, in carne e ossa... Sono quelli che, nonostante il passare degli anni, i figli, la sedentarietà o la menopausa, si mantengono normopeso senza seguire una dieta. Se c’è il dolce ma sono sazi, lo assaggiano per soddisfare la gola e poi lo avanzano, appagati."

"Al cenone di Capodanno si godono le numerose portate senza sentirsi in colpa. Fanno attività fisica (non necessariamente in palestra) per piacere e non per dimagrire. E se prendono due chili non ne fanno una tragedia: dimagriscono e basta. Come? Riducendo le porzioni ma continuando a mangiare tutto ciò che piace loro. Perché ne avvertono il bisogno? Semplicemente perché, con qualche chilo di troppo, non si sentono più nella propria pelle."

Ecco qui estratti dal mio libro "Il libro del Giusto Peso Per Sempre" per scoprire che i magri naturalmente sono persone normali e possiamo esserlo (anzi, ritornare ad esserlo) tutti.

"I magri naturalmente mangiano per fame e per gola (spesso le due motivazioni coincidono). Chi ha perso il controllo del proprio corpo mangia più spesso per motivi emo- zionali che per fame. Per motivi emozionali intendo per ridurre stress, per noia, per sentirsi vivi, per riempire vuoti, buchi, per coccolarsi, per prendersi del tempo, per nervosismo, per rabbia o per altre emozioni."

"Ma i magri naturalmente vanno al bar a rilassarsi con gli amici e a bere una birra? Certamente, sono persone normali. Spesso si fermano a una birra o, se raddoppiano, fanno in modo che non capiti troppo frequentemente."

"Ma i magri naturalmente calcolano il cibo da assumere, le birre da bere o le volte che vanno al cinema e prendono i pop corn? No. È il senso di pienezza il loro parametro regolatore. È la cintura che stringe che li fa sentire a disagio. Perché hanno paura di ingrassare? No. Perché non fa parte delle alternative possibili. Non sarebbero loro, non si sentirebbero nel loro corpo."

"Il Magro Naturalmente ha un senso più profondo del proprio corpo? Sì, il magro naturale sente quando il doppio mento cresce un pochino, quando la pancia si gonfia, quando l’energia cala."

"Chiedi a un Magro Naturalmente cosa intende per «essere in salute» e ti risponderà che le gambe devono sentirsi forti fino a poter sopportare tre ore di marcia per i boschi o permettergli di pulire i vetri in un pomeriggio o ancora poter dipingere casa propria. Chiedi a un Magro Naturalmente cosa significhi «essere in salute» e ti farà esempi di azioni ben precise che per lui (o lei) apportano «salute»."




Giusto Peso Per Sempre


FORMAZIONE ONLINE


TUA PER 150€ (IVA COMP.)

Dimagrisci con la mente e con Giusto Peso Per Sempre a distanza con il corso online. Non hai più bisogno di spostarti per seguire a pieno il metodo. Ora, senza costi aggiuntivi, da casa tua, in autonomia (ma con un ponte diretto con Debora Conti e un gruppo esclusivo di supporto!) puoi aiutare la tua mente ad aiutarti a dimagrire con lungimiranza. Il metodo Giusto Peso Per Sempre è un metodo che da più di 10 anni adatta le giuste tecniche di Programmazione Neuro Linguistica (PNL) alla gestione della fame e della sazietà, del rapporto con il cibo e con il corpo.


PROGRAMMA DELLA FORMAZIONE



Commenti

  1. Salve, articolo molto particolare e desueto. Non si sente spesso parlare di magri naturalmente e non appena mi ci sono imbattuta mi sono subito riconosciuta in questa categoria. C’è chi dice di avere una maledizione e mi ha sempre etichettato come una “fortunata”. Io credo che la spiegazione a tutto questo sia nelle mie abitudini alimentari, abitudini che porto avanti praticamente da tutta una vita. Da sempre mangio cibi a chilometro zero: olio extravergine d’oliva di nonna, ortaggi dell’orto di papà, frutta del nostro frutteto, proteine animali solo di primissima qualità. Pasta a pranzo e proteine + verdure a cena. Da quando ho iniziato a lavorare più intensamente mi sono resa conto che stavo introducendo troppi cibi elaborati e di cui non conoscevo la provenienza al cento per cento. Come mi sono tutelata? Ho scaricato un’applicazione che si chiama Yazio e che mi aiuta a mangiare con più coscienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *