Cos’è il conto corrente emozionale di Stephen Covey?

Oggi voglio parlarti del conto corrente emozionale di Stephen Covey. Bon, io lo chiamerei "un conto corrente relazionale" più che altro e adesso ti spiego il perché. Stephen Covey suggeriva questo esercizio del conto corrente emozionale, tanto per rendersi conto di come noi ci relazioniamo, quanto diamo e quanto riceviamo dalle persone care.

Ascolta qui il podcast


In pratica, lui dice, versiamo emozioni in questo conto corrente, dando attenzione ai nostri cari, alle persone alle quali vogliamo bene, facendo un complimento sincero, facendo una cortesia o una buona azione... Preleviamo, invece, ogni qualvolta siamo sgarbati, siamo scostanti, siamo irrispettosi, non manteniamo la parola data e quindi insomma... Pensate un po' quando capita con i figli, no? Capita di non mantenere la parola. non è bello, è brutto.

Allora, se il conto corrente emozionale è in attivo, cioè abbiamo comunque versato più emozioni positive suscitate nella persona cara, grazie alle nostre buone azioni (tra virgolette) nei suoi confronti, allora questa persona alla quale abbiamo appena fatto, per esempio, un torto sarà comunque disposta a passare sopra al nostro prelievo (tra virgolette). Memore di tutti i crediti accumulati, di tutti i crediti che noi abbiamo versato...

Anche qui pensiamo ai figli, i figli lo sanno benissimo come funziona questo conto corrente relazionale, perché noi liamiamo comunque incondizionatamente, e anche se a volte preleviamo quando diventiamo illogici noi, e sconsiderati noi, loro dopo... un quarto d'ora, diciamo, pare abbiano comunque dimenticato tutto e dimenticato questo prelievo, perché loro sanno che c'è un forte credito nei loro confronti.

Ma come si mantiene il conto corrente emozionale in attivo?

Allora Stephen Covey ci suggerisce questi semplicissimi accorgimenti, che tutti noi conosciamo, ma è bene ogni tanto ripassare:


1) Comprendendo le persone, quindi il vero senso dell'empatia.
2) Ascoltandole attivamente, ma veramente attivamente, quando uno parla, non è che aspetto per dire la mia cosa, ascolto veramente.
3) Stando attenti alle piccole cose, le piccole cose... che poi alla fine diventano grandi, grandi, grandi cose... Lo sappiamo in famiglia quando quanto le piccole cose siano veramente importanti.
4) Cercando di chiarire bene le aspettative di entrambe le parti, di entrambe le persone, quindi sapere cosa vuoi tu, cosa voglio io, essere chiari fra di noi.
5) Mantenendo la parola data naturalmente. Cioè, piuttosto ti dico "No, guarda non posso" oppure "Non lo so adesso", "Non so cosa dirti, non posso promettere niente"...
6) Restando disponibili per il giusto, chiaramente, non dobbiamo offrirci agli altri, ma restando disponibili per il giusto, sapendo anche quando è il limite di smetterla di pensare alle proprie cose... di lavorare, ma di poter pensare anche ai figli (visto che ne abbiamo parlato prima). E,
7) Dimostrando un sincero, ma sincero, veramente sincero, interesse per queste persone. Perché, se le abbiamo scelte come persone che ci stanno attorno, con le quali stiamo coltivando una relazione amicale, familiare, affettiva, allora vogliamo dimostrare un sincero interesse. Un buon conto corrente emozionale. Ciao

Podcast

Don't look up - tra profitto personale e incompetenza


Affermazioni positive per donne e figli


Come gestire la paura - l'unico metodo





Cos’è il conto corrente emozionale di Stephen Covey?



Libri consigliati

Emily Esfahani Smith, Cercare la felicità non rende felici, Il Punto d’incontro, F. Andreella è disponibile su Amazon.it Emily Esfahani Smith, Cercare la felicità non rende felici, Il Punto d’incontro, F. Andreella
L’intento dell’autrice è aiutare il lettore a cercare la via per vivere una vita ricca e appagante, oltre alla felicità, effimera e superficiale. Per vivere una vita soddisfacente occorre un approccio diverso e l’autrice ce lo mostra. Grazie alle sue ricerche e interviste riportate nel libro, Emily Esfahani Smith ci presenta in dettaglio come vivere una vita piena seguendo i quattro pilastri: appartenenza, scopo, trascendenza, narrazione.


Emily Esfahani Smith, Cercare la felicità non rende felici, Il Punto d’incontro, F. Andreella è disponibile su Amazon   Il riassunto del libro «Emily Esfahani Smith, Cercare la felicità non rende felici, Il Punto d’incontro, F. Andreella» è disponibile su Disiato   Emily Esfahani Smith, Cercare la felicità non rende felici, Il Punto d’incontro, F. Andreella è disponibile su Il Giardino dei Libri  

Andrea Magrin, Non penso dunque sono, Youcanprint è disponibile su Amazon.it Andrea Magrin, Non penso dunque sono, Youcanprint
L’intento dell’autore è quello di far sperimentare al lettore la possibilità di liberarsi da stress, paure, sofferenze e fargli scoprire cosa si nasconde al di là della mente, aumentando significativamente la propria percezione e sensibilità. L’autore si augura che questo suo libro possa rappresentare un punto di svolta per il lettore che sperimenta il suo metodo e desidera tirar fuori quante più persone possibili dalla tossicodipendenza causata dalle emozioni.


Andrea Magrin, Non penso dunque sono, Youcanprint è disponibile su Amazon   Il riassunto del libro «Andrea Magrin, Non penso dunque sono, Youcanprint» è disponibile su Disiato   Andrea Magrin, Non penso dunque sono, Youcanprint è disponibile su Il Giardino dei Libri  

Kotarō Hisui, L’inno buddhista alla vita, 27 domande tra zen e psicologia per rinnovare il tuo rapporto con il mondo, Vallardi, R. G. Vergagni è disponibile su Amazon.it Kotarō Hisui, L’inno buddhista alla vita, 27 domande tra zen e psicologia per rinnovare il tuo rapporto con il mondo, Vallardi, R. G. Vergagni
Immaginando di dover morire, o preparandosi all’inevitabile, l’autore ci invita a correggerci sin da subito, per eliminare rimpianti, per scoprire perché viviamo, per apprezzare il momento presente e per “osare” di più nell’unica vita che abbiamo a disposizione. La visione della morte è semplicemente servita come spinta per ricercare il proprio vero io.


Kotarō Hisui, L’inno buddhista alla vita, 27 domande tra zen e psicologia per rinnovare il tuo rapporto con il mondo, Vallardi, R. G. Vergagni è disponibile su Amazon   Il riassunto del libro «Kotarō Hisui, L’inno buddhista alla vita, 27 domande tra zen e psicologia per rinnovare il tuo rapporto con il mondo, Vallardi, R. G. Vergagni» è disponibile su Disiato   Kotarō Hisui, L’inno buddhista alla vita, 27 domande tra zen e psicologia per rinnovare il tuo rapporto con il mondo, Vallardi, R. G. Vergagni è disponibile su Il Giardino dei Libri  

Silvia Di Luzio, Il cuore è una porta, Amrita edizioni è disponibile su Amazon.it Silvia Di Luzio, Il cuore è una porta, Amrita edizioni
Presentare il cuore e la sua generosità al lettore e mostrare quanto sia molto di più di una pompa meccanica. Andare oltre e parlare del concetto di salute oggi e come lo intende la DiLuzio. Finora la medicina si è focalizzata sulla malattia, tralasciando la maggior parte di quei 50 trilioni di cellule che abitano il nostro corpo e che, in presenza di una patologia, restano ancora sane. Per l’autrice è un po’ come guardare a una bella poesia e focalizzarsi solo sull’eventuale errore di ortografia.


Silvia Di Luzio, Il cuore è una porta, Amrita edizioni è disponibile su Amazon   Il riassunto del libro «Silvia Di Luzio, Il cuore è una porta, Amrita edizioni» è disponibile su Disiato   Silvia Di Luzio, Il cuore è una porta, Amrita edizioni è disponibile su Il Giardino dei Libri  

D. Goleman, Intelligenza emotiva, che cos’è e perché può renderci felici, BUR, trad. I. Blum, B. Lotti è disponibile su Amazon.it D. Goleman, Intelligenza emotiva, che cos’è e perché può renderci felici, BUR, trad. I. Blum, B. Lotti
Con questo testo, Goleman vuole dimostrare che l’intelligenza è da valutare considerando tutte le doti che compongono l’essere umano, dall’empatia alla consapevolezza all’auto-efficacia e non solo basandosi sulla capacità della parte razionale e in questo contesta la validità del test per la misurazione del Qi. Queste capacità sono innate oppure dipendono dall’ambiente in cui cresciamo ma possono anche essere sviluppate.


D. Goleman, Intelligenza emotiva, che cos’è e perché può renderci felici, BUR, trad. I. Blum, B. Lotti è disponibile su Amazon   Il riassunto del libro «D. Goleman, Intelligenza emotiva, che cos’è e perché può renderci felici, BUR, trad. I. Blum, B. Lotti» è disponibile su Disiato   D. Goleman, Intelligenza emotiva, che cos’è e perché può renderci felici, BUR, trad. I. Blum, B. Lotti è disponibile su Il Giardino dei Libri  

Introduxzione all'Indipendenza Emotiva

Coach & Speaker


Debora Conti è autrice, coach e speaker. Trainer di PNL riconosciuta a livello internazionale e Coach professionista dal 2005 in Italia.

Debora Conti


Coaching con Debora Conti

Contatto


Support
support@deboraconti.com

Social

Newsletter settimanale



© Copyright Debora Conti, wide srl 2022. P.iva: IT05378370968

© Copyright – Debora Conti, wide Srl 2022. P.iva: IT05378370968
© Copyright – Debora Conti, wide Srl 2022. P.iva: IT05378370968