Il gioco di Pollyanna – The Glad Game con Debora Conti

Il gioco di Pollyanna – The Glad Game

Perché il gioco di Pollyanna potrebbe essere utile a noi adulti? Perché leggere il libro “Pollyanna” potrebbe aiutarci ad accrescere un mindset flessibile? Ecco qui perché apprezzo tanto questo libro e il messaggio che vuole divulgare. Qui ti parlo di Carol Dweck e di Growth Mindset, di Pollyanna, neurologia, PNL e atteggiamento flessibile.

Trovare in qualsiasi situazione "qualcosa di cui potersi rallegrare": ecco il gioco di "Pollyanna" di Eleanor Porter (The Glad Game). La storia la conosciamo più o meno tutti: la bambina orfana si trasferisce dalla zia Polly e con la sua gioia affronta ogni tipo di situazione spiacevole.

1. Racconta delle stampelle ricevute nei pacchi per i poveri quando voleva tanto una bambola per Natale. E con il padre decidono di inventare il gioco del rallegrarsi comunque pensando che le stampelle ricordano loro che non devono usarle e che possono usare le proprie gambe. Questo è qualcosa di cui rallegrarsi.

2. La stanzetta in soffitta è calda, è luglio, fa un caldo da soffocare e la zia ha impedito a Pollyanna di aprire le finestre perché le mosche sono portatrici di sporcizia (!). Per Pollyanna è fonte di curiosità e sperimentazione: esce dalla stanza e decide di dormire in terrazza. Poi però la zia la sorprende e la porta con sé a dormire nel suo lettone. quale migliore esito di una serata afosa nel Vermont!

3. Pollyanna fa tardi per cena, stava esplorando i dintorni. La zia crede di punirla relegandola in cucina a mangiare pane e latte. Pollyanna trova la situazione interessante perché a. pane e latte le piace e b. così può passare del tempo con Nancy in cucina.

Oltre che essere scritto molto bene, il libro insegna un vero e proprio atteggiamento mentale flessibile. Sono certa che a Eleanor Porter piacerebbe il concetto di Growth Mindset di Carol Dweck (come sono certa che a Carol Dweck piaccia il libro!).

Ecco qui una citazione dal libro:

«Vedi, quando ti capita qualcosa che ti fa piacere, dimentichi subito le cose brutte, come ad esempio il fatto di non poter avere una bambola.»

Nella frase citata c'è di più che il “trovare qualcosa per cui rallegrarsi”. C’è una dinamica mentale, c’è della PNL.

C'è quello che viene detto in neuropsicologia (e in PNL da decenni da Richard Bandler): non possiamo togliere un pensiero dalla mente, per farlo dobbiamo avere in mente qualcosa che lo sostituisca. Solo così la mente cambierà, la chimica nel corpo cambierà e lo stato emotivo cambierà. Anche Pollyanna è auto-coaching.





In coaching con Debora, autrice, formatrice, Trainer di PNL e Coach dal 2006 in Italia.

In coaching con Debora » Il Percorso individuale di Life Coaching, include 5 ore (suddivisibili), scambio email illimitato, compiti mentali da eseguire, la Formazione Online “Mindset & Obiettivi” e accompagna il/la cliente a ottenere obiettivi relazionali, comportamentali, lavorativi o emotivi. Debora Conti è autrice, formatrice, Trainer di PNL a livello internazionale e Coach professionista. È dottoressa in lingue e in psicologia e ha conseguito diversi master. Ha scritto vari libri di crescita personale tra cui alcuni best seller. Ha ideato specifici metodi di auto-aiuto e ama divulgare in modo semplice e pratico solo ciò che trova utile.





Blog di Indipendenza Emotiva





Il gioco di Pollyanna – The Glad Game con Ascolta i Grilli e scendi dall'Ottovolante, il nuovo libro di Debora Conti



Podcast di Indipendenza Emotiva

Mindfulness di Kabat-Zinn e Auto Aiuto Mindfulness di Kabat-Zinn e Auto Aiuto

Nel suo libro “Vivere momento per momento” Jon Kabat-Zinn, esperto di mindfulness e gestione dello stress, scrive che «Ci vuole un po’ di tempo per familiarizzare con il... Prosegui qui con l'Indipendenza Emotiva



Felicità e senso della vita Felicità e senso della vita

Per dare un senso alla propria vita, gli psicologi ci dicono che non solo dobbiamo impegnarci e perseguire i nostri valori ma concentrarci anche sulla felicità altrui. Si dà... Prosegui qui con l'Indipendenza Emotiva



Cos'è il conto corrente emozionale di Stephen Covey? Cos'è il conto corrente emozionale di Stephen Covey?

Oggi voglio parlarti del conto corrente emozionale di Stephen Covey. Bon, io lo chiamerei "un conto corrente relazionale" più che altro e adesso ti spiego il perché. Stephen... Prosegui qui con l'Indipendenza Emotiva







Corso Online di Indipendenza Emotiva

Cos'è il conto corrente emozionale di Stephen Covey?

Corso di PNL per i tuoi obiettivi e relazioni


Gestisci i tuoi obiettivi con il giusto Mindset e la mente inconscia. Lavora per te, per il tuo futuro e per le tue relazioni di oggi. Questa formazione unica e completa ti svelerà i segreti della comunicazione con la tua mente inconscia per ottenere ciò che vuoi e per relazionarti con le persone attorno a te. Dimentica la procrastinazione, dimentica la frustrazione, dimentica le relazioni dannose. Con questa formazione online “Mindset & Obiettivi” ottieni tre formazioni complete e ti formi quando vuoi, quante volte vuoi con Debora Conti e nel gruppo di supporto. Ottieni video, audio, mappe, manuali e aggiornamenti futuri inclusi.


PROGRAMMA DEL CORSO    AGGIUNGI AL CARRELLO





Più visti ieri sul blog di Indipendenza Emotiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.