Perché URLIAMO ai FIGLI anche se NON VOGLIAMO?

Perché URLIAMO ai FIGLI anche se NON VOGLIAMO?

Perché URLIAMO ai FIGLI anche se NON VOGLIAMO?

Perché URLIAMO ai FIGLI anche se NON VOGLIAMO?


Ti sei ripromessa/o mille volte che non avresti mai più urlato, eppure capita... in una frazione di secondo, parti a raffica e urli. Frasi che non ti appartengono, che tu non diresti mai... a volte sembrano frasi di altri tempi.


Corso online » Figli Felici » PNL per Bambini » Crescita Personale » Genitorialità » Debora Conti

...in questo articolo voglio spiegarti il perché e perché non è colpa tua. Il metodo Figli Felici è attento SIA alla crescita serena dei nostri figli, utilizzando i migliori strumenti in circolazione, SIA ad aiutare il genitore a sentirsi all'altezza e a migliorare il migliorabile.

Il sistema limbico del nostro cervello è quella parte del nostro cervello che gestisce le emozioni, è quella parte che per semplicità io chiamo inconscia. Quella parte che non ha freni inibitori (per questo viene aiutata dalla neocorteccia), quella parte del cervello a cui non interessa apprendere le regole della società e del rispetto per gli altri, quella parte che segue le leggi emotive della sopravvivenza: paura, fuga, rabbia, ribellione, chiusura, attaccamento, reazione, depressione...

Urliamo perché la parte cosciente di noi, la parte razionale e in controllo, la neocorteccia, in pratica, è bypassata, un po' come se andassimo in tilt. Urliamo perché il sistema limbico riprende il controllo per un istante. E in quell'istante "perdiamo la brocca" e urliamo.

Il cervello è come se non riuscisse a reggere altri capricci, altre grida, altre marachelle e allora: TILT, e si urla per sopravvivenza cerebrale.

Ecco in pratica come funziona.

Le informazioni arrivano comunque alla nostra comprensione. Passano dall'amigdala e lei decide dove inviarle, o alla neocorteccia (dove pensiamo) o al sistema limbico. Se le informazioni che arrivano provocano un sovraccarico, vanno direttamente al sistema limbico (per velocità di reazione, è un modo di funzionamento sviluppato per sopravvivenza). Ciòdetto, la logica e il ragionamento qui non ci sono. La reazione emotiva, per liberare le emozioni dal sistema nervoso e per reagire agli eventi, è immediata... e si tratta delle urla del genitore verso il figlio.

Perché frasi che sembrano di altri, o di altri tempi?

A volte poi pare che non siamo noi a urlare, a dire quelle frasi, quelle espressioni... Ci sembra di sentire nostra madre o nostro padre. Non c'è affatto da stupirsi. È proprio così. Anche se sono passati decenni, quelle sono frasi che sono rimaste in noi, nel nostro profondo e ci hanno segnato emotivamente: chi le conserva senza troppo coinvolgimento emotivo, chi ha imparato a reagire, chi si è fatto soverchiare...

In ogni caso, quelle frasi ritornano e in quei momenti di tilt razionale riemergono, perché sono la prima soluzione che la mente abitudinaria (inconscia) conosce. Vorrei subito rassicurarti, non ti stai trasformando in tua madre, è solo che alcune memorie riemergono in momenti emotivamente travolgenti. Qui un articolo che spiega COME correggere queste frasi che emergono inaspettatamente e inconsciamente.

Ecco infine perché non devi sentirti in colpa.

Quando poi ci si sfoga e ci si calma, il controllo ritorna a livello corticale e riprendiamo a ragionare. Rinsaviamo e ci sentiamo subito in colpa. Una battuta che gira sui social recita: "Dietro ogni grande figlio, c'è una MAMMA che è abbastanza sicura di aver rovinato tutto". Ci sono due modi per reagire al senso di colpa: la spinta motivazionale a cambiare o la resa. In questo articolo ti dimostro come si può controllare la reazione emotiva delle urla, naturalmente ti consiglio vivamente di arrenderti alle urla. si può cambiare e si deve per il bene di tuo figlio.

Tuttavia, non saremo mai perfetti...

Siamo fatti così, una parte che ragiona e migliora, una parte che, comunque e inevitabilmente, a volte prenderà il sopravvento. Perché è giusto così, perché se non fosse così non potremmo sopravvivere a certe emozioni... E allora, se alle volte, in futuro, ti capiterà ancora di urlare, vorrà dire che il tuo cervello aveva bisogno di decomprimere. Farai in modo di urlare meglio, con un linguaggio più propositivo e per il minor numero di secondi possibili.

Se vuoi approfondire l'argomento, leggi anche: Come evitare (per quanto possibile) di urlare ai bambini.





Genitori In Progress » Crescere con figli tra diritto di gestione emotiva e intelligenza linguistica » Nuovo libro di Debora Conti

Metodo Figli Felici

Diventa genitore leader & coach dei tuoi figli: coach comportamentale e leader emotivo. Accompagnali e guidali rispettosamente e amorevolmente.. Aiuta i tuoi figli con la guida emotiva e comportamentale della PNL (Programmazione Neuro Linguistica) della Positive Discipline e dello Yale Parenting Method. Per te c'è "Figli Felici" dal primo anno di età alla pre-adolescenza. Qui impari come parlare, come chiedere, come accompagnare emotivamente e come guidare a livello comportamentale.

Mio FIGLIO di 9 anni ha PAURA della SIRINGA debora conti figli felici positive discipline pnl programmazione neurolinguistica genitore leader emotivo coach comportamentale figli yale parenting method genitorialita

Genitori Leader & Coach

Mio FIGLIO di 9 anni ha PAURA della SIRINGA


Mi scrive una mamma il cui figlio ha paura della siringa. In questo caso si tratta di siringa, ma conosco altri bambini che hanno paura del dentista e si agitano talmente tanto ch rendono impossibile qualsiasi intervento del medico. Conosco una bambina che al pronto soccorso non voleva farsi aiutare per paura del dolore, l'hanno fermata in sette. Ecco qui cosa mi scrive mamma R. sulla paura della siringa: [...]


Prosegui
Come promuovere la creatività nei nostri figli debora conti figli felici positive discipline pnl programmazione neurolinguistica genitore leader emotivo coach comportamentale figli yale parenting method genitorialita

Genitori Leader & Coach

Come promuovere la creatività nei nostri figli


Come possiamo noi genitori promuovere la creatività nei nostri figli? Ispirata dall’articolo della professoressa Silvia Bonino nella rivista Psicologia Contemporanea, ecco qui un elenco utile da tenere sotto mano e da discutere tra genitori (e/o famiglia allargata, naturalmente) per promuovere la creatività nei nostri bambini: [...]


Prosegui





Debora Conti è autrice, formatrice, Trainer di PNL riconosciuta a livello internazionale e Coach professionista dal 2006 in Italia e a Milano.

Il pittore aggiunge colore. Lo scultore toglie l’extra. Sii entrambi nella realizzazione della tua vita.
Debora Conti





Libri & eBook

Porta con te i metodi proposti da Debora Conti. I libri sono un prezioso strumento per accompagnare la propria crescita personale nel quotidiano. Nei libri trovi tutti i segreti che Debora Conti insegna ai corsi dal vivo o nelle formazioni a distanza: per sé e il proprio benessere, per la propria crescita personale, per comunicare meglio con gli altri, sul lavoro, in famiglia e con i figli. Un pregio riconosciuto ai suoi libri? La chiarezza e la praticità.








Ecco in dettaglio 5 aree tematiche per iniziare a conoscere il metodo Figli Felici





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *