RABBIA E FIGLI: COSA FARE? » Riconoscere le emozioni degli altri è segno di rispetto, facciamolo anche con i nostri figli. In questo video-blog ti parlo di rabbia e figli, come riconoscerla e cosa fare.

Rabbia e figli: COSA FARE?


Riconoscere le emozioni degli altri è segno di rispetto, facciamolo anche con i nostri figli. In questo video-blog ti parlo di rabbia e figli, come riconoscerla e cosa fare.


Quando tuo figlio è arrabbiato, se ti arrabbi anche tu non risolvi granché. Se non rispetti il suo sentimento, la sua ira continuerà più a lungo. Se la riconosci, ti apri la porta al dialogo.

Se poi si tratta di un bambino nella fascia di età dall'anno e mezzo ai 2 e mezzo o tre (dipende) denominata i "terrible twos" allora devi prendertela ancora più con comodo. Riconosci la sua emozione così lui o lei impara a capirla e poi a gestirla. Usa frasi come: "Sei veramente arrabbiato", "Vedo che sei proprio arrabbiato"...

Poi chiedi cosa vuole che tu faccia. Tra rabbia e figli è meglio sapere sempre cosa fare. Ci sono bambini che vogliono che tu stia lì vicino ad aspettare, bambini che vogliono un abbraccio, bambini che vogliono stare da soli... O tutte e tre le cose nello stesso bambino in fasi diverse o età differenti. L'importante per noi genitori è sapere e rispettare il suo volere.

In un altro video blog mi concentrerò ancora sulla rabbia: come prevenirla e come trattarla con una semplice tecnica di Programmazione Neurolinguistica.

Psicologia del cambiamento, Psicologia dello sviluppo, Psicologia del successo



Articoli più visti

Ecco i 9 articoli più visti del blog di Debora Conti nella categoria "Figli Felici". Debora Conti è autrice, formatrice, Trainer di PNL riconosciuta a livello internazionale e Coach professionista dal 2006 in Italia.









In coaching con Debora, autrice, formatrice, Trainer di PNL e Coach dal 2006 in Italia.

In coaching con Debora » Il Percorso individuale di Figli Felici, include 3 ore (suddivisibili), scambio email illimitato, compiti mentali da eseguire, la Formazione Online “Figli Felici” e vuole aiutare il/i genitore/i a relazionarsi meglio con i figli per guidarli a livello comportamentale, nella gestione ed esplorazione delle emozioni, nel relazionarsi in famiglia e fuori. Debora Conti è autrice, formatrice, Trainer di PNL a livello internazionale e Coach professionista. È dottoressa in lingue e in psicologia e ha conseguito diversi master. Ha scritto vari libri di crescita personale tra cui alcuni best seller. Ha ideato specifici metodi di auto-aiuto e ama divulgare in modo semplice e pratico solo ciò che trova utile.

In coaching con Debora » Il Percorso individuale di Figli Felici, include 3 ore (suddivisibili), scambio email illimitato, compiti mentali da eseguire, la Formazione Online “Figli Felici” e vuole aiutare il/i genitore/i a relazionarsi meglio con i figli per guidarli a livello comportamentale, nella gestione ed esplorazione delle emozioni, nel relazionarsi in famiglia e fuori.





Seguimi su Instagram



Scopri i riassunti di libri di crescita personale, consigliati da Debora, concetti chiave di comunicazione e psicologia online, consigli utili per la relazione di coppia, guide best seller per la genitorialità e riassunti online sullo sviluppo personale che sono stati aggiunti in Disiato.com nella categoria Genitorialità!




  • Janet Lansbury, No bad kids, JLML Press è disponibile su Amazon.it No bad kids di Janet Lansbury

    L'intento di Janet Lansbury è quello di mettersi alla pari di altri genitori. Ex attrice e modella, ha sempre desiderato essere mamma e poi si è trovata totalmente spiazzata. Solo dopo essersi formata con Magda Gerber, ha capito che prima si dà amore, attenzione e cura al...

    Prosegui
  • Eduard Estivill, Dormi bambino dormi, Feltrinelli, trad. G. Denis è disponibile su Amazon.it Dormi bambino dormi di Eduard Estivill

    L’autore intende offrire indicazioni pratiche e utili ai genitori che desiderano insegnare a dormire ai propri figli. Il metodo presentato è stato sperimentato con più di tremila bambini con disturbi del sonno, e per quanto possa sembrare difficile e faticoso applicarlo, il...

    Prosegui
  • Giorgio Nardone, Emanuela Giannotti, Rita Rocchi, Modelli di famiglia, Ed. TEA. è disponibile su Amazon.it Modelli di famiglia di Giorgio Nardone

    L’intento degli autori è quello di fornire uno strumento di conoscenza riguardo il sistema “famiglia” vista come un’organizzazione fondamentale per la nostra società. Fornendo la loro esperienza teorica e pratica attraverso la descrizione dei diversi modelli di...

    Prosegui
  • Jessica Alexander, Iben Sandahl, Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni, Newton, trad. F. Gianotti Tabarin è disponibile su Amazon.it Il metodo danese per crescere bambini felici ed essere genitori sereni di Jessica Alexander

    L’intento di Jessica, mamma americana trapiantata in Danimarca e sposata a un danese, e di Iben, psicoterapeuta danese, è quello di presentare in modo semplice e concreto un metodo accessibile, armonioso e solidale di vivere, nel rispetto reciproco e ricercando sempre quella...

    Prosegui
  • Alvaro Bilbao, Il cervello del bambino spiegato ai genitori, Salani editore, trad. Elena Rolla è disponibile su Amazon.it Il cervello del bambino spiegato ai genitori di Alvaro Bilbao

    L'intento dell'autore è quello di aiutare le persone a migliorare le loro vite, illustrare il percorso educativo dei bambini attraverso il funzionamento del cervello e offrire strumenti e strategie da applicare tutti i giorni per coltivare l'intelligenza emotiva, quella...

    Prosegui
  • Daniel J. Siegel, Tina Payne Bryson, La sfida della disciplina, Raffaello Cortina Editore, Trad. C. Marchetti è disponibile su Amazon.it La sfida della disciplina di Daniel J. Siegel

    I due autori mostrano una via rispettosa all’educazione, distinguono la differenza tra punizioni e la disciplina, insegnano a connettersi prima di educare e di scoprire sempre il perché emotivo e un insegnamento che accompagni la correzione. Per tutto il libro il concetto di...

    Prosegui


Scopri i riassunti di libri di crescita personale, consigliati da Debora, concetti chiave di comunicazione e psicologia online, consigli utili per la relazione di coppia, guide best seller per la genitorialità e riassunti online sullo sviluppo personale che sono stati aggiunti in Disiato.com nella categoria Genitorialità!




  • Alessio Roberti, Le parole per crescere tuo figlio, Macro edizioni è disponibile su Amazon.it Le parole per crescere tuo figlio di Alessio Roberti

    A detta di Maria Rita Parsi, psicologa e psicoterapeuta, che ne scrive la prefazione, questo libro è stato scritto «nell’intento di illustrare alcuni percorsi affettivi ed educativi del rapporto quotidiano tra genitori e figli, indaga tutti i canali della prassi comunicativa...

    Prosegui
  • Piero Ferrucci, I bambini ci insegnano, Mondadori è disponibile su Amazon.it I bambini ci insegnano di Piero Ferrucci

    Piero Ferrucci è un padre e uno psicologo alle prese con una nuova realtà: due figli piccoli da crescere. Da quando ci sono Emilio e Jonathan, la sua vita è cambiata: pochi momenti per sé, tutti gli altri scanditi da pannolini da cambiare e favole da raccontare. In questo...

    Prosegui
  • Judy Bartkowiak , PNL per le mamme e i papà, Alessio Roberti ed., trad. G. Fort è disponibile su Amazon.it PNL per le mamme e i papà di Judy Bartkowiak

    L’autrice presenta in modo semplice ed esaustivo i pilastri della PNL, un approccio terapeutico che insegna nuovi modi di vedere e di gestire il modo in cui comunichiamo. Attraverso intuizioni, studi su casi specifici e consigli, l’autrice traccia il percorso che porterà le...

    Prosegui
  • Matteo Salvo, Studiare è un gioco da ragazzi, Gribaudo è disponibile su Amazon.it Studiare è un gioco da ragazzi di Matteo Salvo

    L’intento dell’autore è quello di dare “il metodo” di studio allo studente e al genitore che legge questo libro. Non è questione di memoria o di capacità straordinarie, è solo questione di metodo ci dice e tutta la prima parte del libro è dedicata alla sua...

    Prosegui


Scopri i riassunti di libri di crescita personale, consigliati da Debora, concetti chiave di comunicazione e psicologia online, consigli utili per la relazione di coppia, guide best seller per la genitorialità e riassunti online sullo sviluppo personale che sono stati aggiunti in Disiato.com nella categoria Genitorialità!




  • Eva Millet, Felici e imperfetti – Come smettere di fare gli ipergenitori, Longanesi, C. Marseguerra è disponibile su Amazon.it Felici e imperfetti di Eva Millet

    L'intento dell'autrice è quello di metterci in guardia dall'ipergenitorialità, un modello nato con i millennials americani e che si sta diffondendo anche in Europa generando ragazzi insicuri, ansiosi, dipendenti e impazienti. Nella prima parte del libro l'autrice ci parla...

    Prosegui
  • Daniel J. Siegel, Tina Payne Bryson, La sfida della disciplina, Raffaello Cortina Editore, Trad. C. Marchetti è disponibile su Amazon.it La sfida della disciplina di Daniel J. Siegel

    I due autori mostrano una via rispettosa all’educazione, distinguono la differenza tra punizioni e la disciplina, insegnano a connettersi prima di educare e di scoprire sempre il perché emotivo e un insegnamento che accompagni la correzione. Per tutto il libro il concetto di...

    Prosegui
  • John Gottman, Intelligenza emotiva per un figlio, Bur, trad. A. Di Gregorio, B. Lotti è disponibile su Amazon.it Intelligenza emotiva per un figlio di John Gottman

    Aiutare i genitori di oggi a diventare “genitori-allenatori”, coltivando empatia e ascolto. Inoltre, Gottman si rivolge ai genitori come coppia e dedica gli ultimi due capitoli al ruolo del padre.

    Prosegui
  • Nan Coosemans, Quello che i ragazzi non dicono, Sperling e Kupfer è disponibile su Amazon.it Quello che i ragazzi non dicono di Nan Coosemans

    In questo libro l’autrice si rivolge ai genitori con tante lettere scritte da adolescenti con i quali è entrata in contatto. L’intento è proprio quello di dare voce ai ragazzi che a volte non vengono ascoltati, a volte capiti o interpellati. Nan Coosemans aiuta il genitore...

    Prosegui


Comments 4

  1. Buongiorno, ho seguito il tuo consiglio riguardo a Pietro che, verso il 27 mesi, tendeva ad alzare le mani ogni volta che era arrabbiato… con il consiglio he bo trovato anch sul tuo libro, dell’ignorarlo in certi casi e andarmene in un’altra stanza in altri casi più esagerati…Pietro ha ridotto drasticamente l’uso delle mani e quando capita ti da subito una carezza per scusarsi! Il problema ora è che quando è arrabbiato tende a girarsi in cerca di qualcosa da lanciare con forza a terra, noto proprio che studia e sceglie cosa tirare (giochi, sedie che riversa a terra, la mia borsa…)…noi non sappiamo come comportarci: lo portiamo in camera dicendogli che quando si calma, potrà tornare di là da noi e insieme riordineremo…a volte questo funziona, ma altre volte la rabbia è molta e andiamo avanti e indietro da quella stanza dicendogli la stessa frase un sacco di volte finché ad un certo punto viene e insistendo riordina. Non sappiamo se dobbiamo gestire gli episodi di rabbia prima che butti tutto a terra (ma come????), o lasciarlo sfogare così ( visto che per ora non abbiamo trovato un metodo alternativo) e poi quando è calmo, farlo riordinare per poi complimentarci con lui? Inoltre durante i momenti in cui gli chiediamo di calmarsi, ci chiede il ciuccio ( l’impressione e’ che sia per lui un enorme supporto per abbassare la soglia d’ansia e di rabbia che si è creata in quel momento) che per lui anche se ha quasi 3 anni è un eccezionale antiatress: noi gli diciamo che glielo daremo solo quando si sarà calmato ed avrà riordinato, pensandolo come una sorta di premio… oppure dovremmo darglielo appena lo chiede, sapendo che così sicuramente si calmerà , inizierà più ad ascoltare anche una semplice motivazione che gli potrebbe spiegare perché gli abbiamo detto no alla tal cosa e così probabilmente si risolverebbe tutto prima? Che fare insomma?
    Grazie del tuo aiuto!
    Silvia.

    1. Buongiorno Silvia, ricorda di ignorare un comportamento e mai il figlio! Distrailo con domande su altro che vi unisce e vi fa sentire bene insieme: vuoi aiutare la mamma? Ti piace quel colore? cosa hai disegnato di bello? Ma hai visto i tuoi pantaloni dispettosi che si sono messi al contrario?

      Sfogarsi è di tutti i bimbi. Lo fai uscire? Fare due passi con te? aria aperta? Parchetto se c’è tempo decente fuori? C’è tanta tv nella sua vita? è sovra-stimolato da elementi fuori dalla sua gestione (tv, telefonino, rumori, urla…)? Se vuoi gestire gli sfoghi “prima” e giustamente pensa a fargli fare giochi semplici, a fargli respirare aria fresca, a giocare un po’ sotto casa…

      E naturalmente, se vorrai, fammi sapere,
      Debora

      p.s. premi, meglio un abbraccio e basta 🙂 e meglio se intesi come regali e non come pretese.

  2. Ciao,
    Sono un padre separato da poco con 2 bimbi 7 anni maschio e 3 anni femmina.
    Sono molto spaventato dalla futura gestione di entrambi insieme da solo.
    Sono molto legati ma litigano anche spesso e io vorrei passare del tempo di qualità con tutti e 2 senza ricadere in passatempi standard poco educativi.
    La mia ex moglie era molto più brava e paziente di me nel farlo è ho paura di non essere all’altezza.
    Grazie se mi vorrai rispondere

    1. Post
      Author

      Ciao Dario, intanto mi spiace per la separazione e per questo duro momento di passaggio. Spero il meglio per voi tutti. Hai ragione, per stare insieme ai tuoi figli non è necessario fare sempre cose eccezionali, è anche utile stare insieme nel tuo nuovo ambiente, con giochi semplici e condividere momenti “banali” in pace. Se la tua ex è brava, immagina di fare come fa lei: come risponde, come interagisce, come li divide, e – soprattutto – con che tono di voce li rassicura e li tranquillizza? E poi, trovati modelli di persone e genitori che conosci e che ammiri: pensati FARE e PARLARE come loro. Prevedi quando verranno da te i giochi, le cene, la nanna.
      Nessuno si sente mai all’altezza, che si tratti di mamme o papà, separati o sposati. Quando ci troviamo in mano la responsabilità di educare i nostri figli, di marcare la differenza, il peso di questo grande potere ci previene. Pensalo come un vantaggio: il vantaggio di non fare le cose a caso e di prepararsi, magari proprio come ti ho suggerito prima 🙂
      Serenità, Debora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.