I role play sono visualizzazioni?

In questo breve estratto dal mio libro “Visualizza la vita che vuoi” e che ti presenta le visualizzazioni in ogni sua forma, ti presento i role play. Cosa sono? Sono visualizzazioni? Sono simulazioni? Suggeriscono soluzioni alla mente inconscia? Qui ti parlo anche di Edward De Bono e di Gary Gigax, il fondatore del famoso gioco di ruolo Dungeons & Dragons


ROLE PLAY significa letteralmente “gioco di ruolo”. Si usano ovunque ci siano corsi di formazione. Sono divertenti, a volte divertentissimi, e molto istruttivi. Sono spontaneamente usati dai bambini quando crescono: iniziano con l’imitare mamma e papà, vestendosi come loro, indossando scarpe, camicie e trucco; e poi affinano l’arte imitando espressioni verbali imparate da nonni, personaggi e comici in TV. Fanno morir dal ridere!

Sono uno strumento di coaching, psicoterapeutico, sono una simulazione che insegna qualcosa. Insegna a mettersi nei panni del sé futuro, di un sé che non si vuole essere, di altre persone, oppure a immergersi in situazioni nuove e apprendere “in virtuale” prima che nella realtà.

I Role play sono sempre usati per la crescita e servono per testare, anticipare, correggere, perfezionare, prepararsi.

E, sì, direi proprio che hanno la stessa funzione delle visualizzazioni: cioè quella di accorciare la nostra curva di crescita evitandoci un sacco di errori nella vita vera. Potremmo dire che sono “visualizzazioni dinamiche”?

A me piace molto usarli nei corsi per genitori e simulare situazioni: chiedere ai due genitori di impersonare uno il figlio e uno il genitore, seguire degli script suggeriti da me per percepire le varie reazioni emotive da diversi punti di vista e in situazioni “a freddo”, cioè simulate. Quando si simula la rabbia, ma non si è arrabbiati, ci si accorge prima di quante sciocchezze si dicono in quei frangenti “a caldo”. Nel libro Genitori in progress spiego bene un esercizio appreso nella mia formazione in Positive Discipline e che propongo sempre nei corsi con genitori: si chiama “Il gigante competente” e mette in scena il genitore che vuole farsi ascoltare – ma parla troppo – e il figlio, impersonato da un altro adulto, che riferirà in seguito che si è presto distratto durante le ramanzine.

In pratica, i Role play rispondono alle domande che iniziano con “E se…”:

«E se non mi ascolta, come posso farmi ascoltare?» Proviamo.
«E se si mette sulla difensiva, come posso farmi vedere accogliente?» Proviamo.
«E se si vede che vuole attaccar briga, come posso mostrarmi solidale e evitare tensioni sul lavoro?» Proviamo.

Con me, con amici, con figli, nella mente, tu puoi sfruttare il potere dei Role play immaginando di entrare in situazioni nuove, nei panni delle persone o in quelli di chi stai diventando.

Gary Gigax, il fondatore del famoso gioco di ruolo Dungeons & Dragons, che teneva sveglia tutta la compagnia per tutta la notte al campeggio a Capoliveri quando ero ragazzina, dice che i giochi di ruolo sono utili perché sono un’esperienza cooperativa. Ed è vero, se si può suggerisco di simulare situazioni in Role play con qualcuno che ti aiuti. Tuttavia, per rispondere alla domanda in testa a questo capitolo, se si è da soli e non si riesce a coinvolgere nessuno sul momento, un Role play può anche essere simulato nella mente e la cooperazione avviene ugualmente tra parti nel cervello. Un po’ come i Sei cappelli per pensare di Edward De Bono, prendiamo la neocorteccia, l’amigdala, il talamo e il sistema nervoso e diciamo loro di essere un po’ realisti, positivi, negativi, sognatori, sensibili e creativi e abbiamo la nostra crew (come si usa dire oggi) di crescita: tutta qui, nella mente e nel corpo, sempre pronta a giocare per crescere.





In coaching con Debora, autrice, formatrice, Trainer di PNL e Coach dal 2006 in Italia.

In coaching con Debora » Il Percorso individuale di Life Coaching, include 5 ore (suddivisibili), scambio email illimitato, compiti mentali da eseguire, la Formazione Online “Mindset & Obiettivi” e accompagna il/la cliente a ottenere obiettivi relazionali, comportamentali, lavorativi o emotivi. Debora Conti è autrice, formatrice, Trainer di PNL a livello internazionale e Coach professionista. È dottoressa in lingue e in psicologia e ha conseguito diversi master. Ha scritto vari libri di crescita personale tra cui alcuni best seller. Ha ideato specifici metodi di auto-aiuto e ama divulgare in modo semplice e pratico solo ciò che trova utile.





Seguimi su Instagram

@deboraconti.coaching





Corso dal vivo L'altra Intelligenza con Debora Conti in Versilia a Forte dei Marmi il 6 e 7 Maggio 2023



Blog di Indipendenza Emotiva





I role play sono visualizzazioni? con Ascolta i Grilli e scendi dall'Ottovolante, il nuovo libro di Debora Conti



Corso Online

Visualizzare e le immagini interiori

Corso di PNL per i tuoi obiettivi e relazioni


Gestisci i tuoi obiettivi con il giusto Mindset e la mente inconscia. Lavora per te, per il tuo futuro e per le tue relazioni di oggi. Questa formazione unica e completa ti svelerà i segreti della comunicazione con la tua mente inconscia per ottenere ciò che vuoi e per relazionarti con le persone attorno a te. Dimentica la procrastinazione, dimentica la frustrazione, dimentica le relazioni dannose. Con questa formazione online “Mindset & Obiettivi” ottieni tre formazioni complete e ti formi quando vuoi, quante volte vuoi con Debora Conti e nel gruppo di supporto. Ottieni video, audio, mappe, manuali e aggiornamenti futuri inclusi.


PROGRAMMA DEL CORSO    AGGIUNGI AL CARRELLO





Più visti ieri sul blog di Indipendenza Emotiva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *